Shutterstock.com

Il sole splende caldo nel cielo e le nuvole sono ormai un ricordo, il desiderio di mare e acqua fresca occupa spesso i nostri pensieri. I condizionatori vanno giorno e notte, rinfrescandoci corpo e mente, le piscine sono affollate di bambini e genitori che giocano spensierati. Ghiaccioli e gelati occupano i freezer dei più golosi.

Ci sono molti modi per rinfrescare corpo e mente di noi umani ma come possiamo aiutare anche i nostri animali domestici?

In TV raccomandano sempre “…non uscite nelle ore più calde, attenzione ai colpi di calore…”, ecco questo consiglio è più che valido anche per loro.
Innanzitutto lasciamo nella sua ciotola sempre acqua fresca a volontà, cambiandola spesso e mettiamola in ombra per evitare che si scaldi e si deteriori, non temete se il suo appetito cala, soprattutto nelle ore più calde potrebbe rifiutare il pasto, cercate di prediligere alimenti freschi, carni bianche e pesce, vedrete che la sera, con il fresco la sua fame tornerà e farà brontolare il suo pancino.
Se proprio non vi va giù che possa saltare un pasto allora potere offrirgli piccoli pezzettini di frutta e verdura per integrare liquidi e sali minerali. Prestate attenzione perché non tutta la frutta è adatta, l’uva va evitata in quanto tossica e provoca per accumulo insufficienza renale: attenzione anche ai noccioli della frutta che oltre a provocare occlusioni intestinali contengono piccole tracce di cianuro.

Non dimenticate che anche loro sono dei golosoni e per aiutare la termoregolazione potete servirgli dei gelatini o ghiaccioli rinfrescanti, specifici per animali.
Il cibo in estate è più soggetto a proliferazione batterica, sia che consumiate cibo fresco o secco, conservatelo in luogo fresco e gettatelo via se non finisce il pasto.
Gli sbalzi di temperatura tra l’esterno e gli ambienti con aria condizionata, possono provocare problemi gastrointestinali e dolori addominali, specialmente se il cane ha l’abitudine di riposare sotto l’aria diretta del condizionatore. In questo caso cercate di regolare al meglio la temperatura e abitualo a cambiare posizione.
Le razze più a rischio sono le brachicefale, che parolona difficile, non temete è solo il termine per definire tutte quelle razze che hanno come caratteristica fisica quella di avere il muso cortissimo, quindi più vulnerabili ai problemi legati al caldo, come il colpo di calore o l’insufficienza cardiaca: Boxer, Bulldog, Pechinese, Carlino, ecc.
Particolare attenzione va rivolta anche ai cani anziani, ai cuccioli, e a tutti quei cani che soffrono di patologie cardiache. Limitare l’esercizio fisico e preferire le passeggiate durante le ore più fresche: mattina e sera.

 

Per rinfrescare il vostro amico non perdetevi le nuove ricette di Cheffa DOG
• Biscotti vitaminici alla frutta
• Dog smoothies

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here