Foto dal web

Oscar 2019 come miglior attore protagonista a  Rami Malek per la sua interpretazione di Freddie Mercury in «Bohemian Rhapsody».

l biopic sui Queen diretto da Bryan Singer, che  si è portato a casa altre tre statuette: miglior sonoro, miglior montaggio e miglior montaggio sonoro.
Rami Malek ha riportato in vita il compianto Freddy Mercury nei nostri cuori, ricordandoci quale fossero le sue due grandissime passioni: la prima era sicuramente la musica e la seconda erano i… Gatti!
Pare infatti che fino all’ultimo dei suoi giorni di vita, i suoi inseparabili felini fossero l’unica cosa in grado di distrarlo dalla sofferenza. Lui in cambio li trattava come dei veri e propri essere umani.
Quando era in Tour, passava ore al telefono con loro, e di sera cantava loro la ninna nanna!
I suoi primi amori furono Tom e Jerry che aveva adottato quando quando viveva ancora con Mary Austin al numero 100 di Holland Road per poi portarli con se quando si trasferì alla Stafford Terrace. Nella sua vita seguirono; Goliah, poi Oscar un gattone tigrato rosso, timidisssssimo e Tiffany (in foto con lui) una deliziosa micia a pelo lungo regalatale da Mary.
Sempre orgoglioso dei nomi che dava ai suoi gatti, il buon Freddie si scontrò con la sorte di un Sansone, che in barba al nome rimase sempre un micetto piccolo ed esile, ma molto affettuoso. Fu la volta di Tiko, una gattona tricolore, Romeo un micio soriano ed arrivò poi Lily una gatta bianca con una strana macchia di peli sul capo…
Nel periodo in cui Freddie visse a Monaco gli venne regalata Dorothy che decise di regalare ad una coppia di amici, in senso di rispetto alla gattina che restava troppo tempo sola, a causa dei suoi frequenti spostamenti.
Beh! Ora quando ascolterete una canzone dei Queen, vi sentirete più felini, specie se è estratta dal loro primo album MR BAD GUY, che Freddie dedicò ai suoi gatti… Ma se volete davvero fare omaggio ad una gatta dell’indimenticabile Freddie Mercury dovete ascoltare DELILAH la canzone che egli scrisse ed insistette per inserire nel disco di saluto INNUENDO.
Delilah la gattina a cui era permesso veramente tutto!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here