Lascereste il vostro bimbo peloso a casa o da estranei mentre voi siete in viaggio?

Noi no!
Sia che si tratti di lavoro o svago, Grut ci segue determinando le nostre scelte: se una struttura non lo accetta, se ne sceglie un’altra. La legge non da più appigli alle strutture, unico limite all’ingresso degli animali domestici in un locale pubblico è che non entrino dove si preparano i cibi, per il resto il divieto è una scelta arbitraria del gestore.
Non è però difficile ormai viaggiare con i nostri amici cani, è diventata consuetudine farli entrare nei locali pubblici. Quasi otto milioni di famiglie hanno un cane e statisticamente sono di fascia sociale sopra la media quindi per i gestori è stato opportuno adeguarsi.
Noi però vogliamo andare oltre, non ci accontentiamo che il nostro bimbo peloso sia accettato, pretendiamo che sia accolto e coccolato con dei servizi a lui dedicati che possano rendere la sua permanenza nella struttura piacevole quanto la nostra.
Vale le stessa regola dei bambini: se stanno bene loro siamo felici anche noi!
Abbiamo deciso allora di viaggiare per l’Italia alla scoperta delle strutture che più di altre si distinguono per questo servizio con l’obiettivo di redigere una lista uno ZOOAdvisor da consultare prima di mettersi in viaggio.
Abbiamo iniziato il nostro viaggio vicino casa.
Oggi siamo stati al Grand Hotel Villa Torretta alle porte di Milano e accompagnati da Alberto Garbo, Hotel Manager e Gaia Presot, Sales & Marketing Executive, abbiamo apprezzato le attenzioni e l’importanza che viene data ai cani: cuccia in camera con piccolo giardino esterno, ciotole, crocchette, dogsitter… E soprattutto tanta passione e amore per gli animali. Dalla splendida accoglienza delle ragazze in reception, alle coccole di Alberto proprietario di un bellissimo Golden Retriever. Ne parleremo nel prossimo numero della rivista…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here