Foto, dolci di Doggye Bag

Nel cuore di Brescia, a pochi metri dallo storico Teatro Grande, una luminosa vetrina richiama gli animi curiosi di piccoli passanti. Musi golosi si premono contro la lastra cristallina, mentre la ghiotteria corre alla ricerca di impensabili prelibatezze. Così, tra bignè e torte, l’occhio si perde, immergendosi nei magici sapori di Doggye Bag: la pasticceria per cani. L’acquolina non viene a vivaci ed entusiasti bambini ma a dolci cuccioli a quattro zampe attratti dalle prelibatezze esposte. 

Se tutte le diete concedono sempre un momento di sfogo, quel dolce sgarro che coccola la nostra anima come una carezza, così anche i nostri cani necessitano di un regalo per il palato. 

Niente cioccolata o zuccheri aggiunti, né gustosità tipicamente umane, solo prelibatezze degne di una letterale leccata di baffi. 

«[Le nostre torte] possono avere diversi gusti: salmone, tonno, pollo, frutta. Puntiamo molto sugli ordini e sulla loro personalizzazione: dediche, fotografie, nomi. Tempo fa una ragazza ci ha fatto fare una torta tutta ricoperta di Swaroski»

Per il compleanno, per Natale o per un semplice dono, le occasioni che giustificano un biscotto più gustoso, una torta giocosa o il noto panettone «Canettone» sono molteplici e prive di fine: ci può essere veramente limite all’amore con cui viziamo i nostri cuccioli? Per quanto la ragione imporrebbe di badare ad ogni dettaglio, l’emozione soprassale facendoci cedere facilmente alle bontà della Bakery Doggye Bag. 

«Cosa ha fatto scoccare la scintilla? Una frase detta da Oscar Farinetti, fondatore di Eatily e da sempre nostro grandissimo cliente, che mi sono scolpito nella mente: «In tutto il mondo vogliono il made in Italy ma gli unici che non lo sanno siamo noi italiani». Allora io che avevo questa idea nel cassetto ho detto sai che quasi quasi la tiro fuori e seguo il suo esempio, seguo la sua provocazione».

Così nella propria città natale, Marco Pratto ha portato avanti una differente idea di artigianato, una realtà fresca e nuova, eppure così propria della cultura italiana. Un’idea che ha incuriosito personaggi come Donatella Versace e Oscar Farinetti, nomi che ancora oggi vedono nella Bakery Doggye Bag l’unico luogo dove viziare il proprio amico canino senza nuocere alla sua salute. Così in Corso Zanardelli la piccola pasticceria sorge elegante e maestosa, una dolce e delicata realtà dove si deliziano gli occhi dei padroni e le bocche dei cuccioli. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here